Comenius

Print Friendly, PDF & Email

PROGETTO COMENIUS

VEDI TUTTE LE ATTIVITA’

 

Il programma settoriale Comenius riguarda tutto l’arco dell’istruzione scolastica, dalla scuola dell’infanzia fino al termine degli studi secondari superiori e mira a:

– sviluppare la conoscenza e la comprensione della diversità culturale e linguistica europea e del suo valore
– aiutare i giovani ad acquisire le competenze di base necessarie per la vita, per lo sviluppo personale, l’occupazione e la cittadinanza europea attiva.

Il titolo del nostro progetto è “CONDIVIDERE LE TRADIZIONI, CREARE L’UNITA’” (Sharing traditions, creating unity) e il suo scopo è suscitare un più forte senso di identità nazionale ed europea, attraverso le tradizioni presenti e passate dei dieci paesi partecipanti (Portogallo, Spagna, Grecia, Polonia, Italia, Finlandia, Galles, Inghilterra, Irlanda).

Le tradizioni verranno condivise e sperimentate attraverso differenti attività presentate nel corso dei due anni di partenariato.

Durante il primo anno si porrà l’attenzione sulle tradizioni relative al cibo, al teatro, alla musica, mentre nel secondo anno si prenderanno in considerazione tutte le festività.

Le attività saranno integrate nei curricula della scuola ed incentrate nel CLIL, lavorando cioè in lingua inglese con materie come matematica, scienze, arte, tecnologia, musica e teatro; esse permetteranno agli studenti di dare voce a pensieri e sentimenti che spesso non hanno possibilità di esprimersi in altro modo.

Le TIC (tecnologie informatiche) saranno una parte importante del progetto dal momento che tutte le informazioni, i prodotti ed i materiali saranno inseriti in un sito web, appositamente creato; gli studenti potranno scambiarsi informazioni e comunicare tra loro via e mail, attraverso videoconferenze, con power point, skype e nello spazio web e-twinning.

Il progetto sarà un’esperienza interculturale, realizzata anche mediante  viaggi  organizzati in questi paesi, nel corso dei due anni.

L’obiettivo del progetto è offrire agli studenti di diversi paesi e culture la possibilità di capire meglio la propria realtà locale e nazionale, di condividerla ed acquisire il senso di appartenenza ad una comunità più ampia.

Si combatteranno così il razzismo, la xenofobia, i pregiudizi e gli atteggiamenti discriminanti e si porranno le basi per costruire un futuro migliore basato sulla conoscenza di tutti e quindi sul rispetto di ciascuno.

I ragazzi saranno chiamati quindi  a diventare cittadini europei più consci di ciò che li rende diversi ma allo stesso tempo simili ai loro coetanei.